San Giovanni della Fossa, ecco la struttura della cooperativa sociale L’Ovile: potrà ospitare sei uomini.

Inaugura domani a San Giovanni della Fossa, a Novellara, la nuova “Casa Giorgio Iori”, struttura realizzata dalla cooperativa sociale L’Ovile nell’ambito del servizio di salute mentale a media protezione. Completamente ristrutturata nel 2023, la residenza con sede in strada provinciale sud si configura come un gruppo-appartamento capace di ospitare sei uomini e si aggiunge alle tredici strutture a bassa e media protezione che fanno capo al servizio di salute mentale della coop sociale reggiana, impegnata nell’inclusione lavorativa di persone svantaggiate (oltre il 50% sul totale degli occupati) e in altri ambiti come l’accoglienza e la giustizia riparativa. “Casa Giorgio Iori – sottolinea il presidente Valerio Maramotti – andrà a rafforzare l’intenso lavoro che sostiene per favorire il reinserimento di persone con disagio psichico in percorsi di esecuzione penale e in carico ai servizi di salute mentale, così come nell’accoglienza di persone sottoposte a misure penali alternative alla detenzione e, in modo autonomo rispetto ai servizi pubblici, di donne e uomini in condizioni di fragilità”. Le strutture gestite da L’Ovile sono orientate al progressivo sviluppo delle autonomie e sono incentrate sull’uso terapeutico della residenzialità in un’ottica educativa e riabilitativa. Nei servizi a media e bassa protezione – che nel 2023 hanno accolto 28 uomini e 27 donne – il progetto di riabilitazione individuale si caratterizza per un graduale aumento dell’autonomia e una presenza meno intensa del personale. L’inaugurazione domani alle 11 con i vertici della cooperativa, rappresentanti dell’amministrazione comunale, operatori e dipendenti che hanno contribuito al progetto. Ai presenti L’Ovile offrirà un buffet a cura del progetto “SemiLiberi-Made In Carcere”.