Logo
Print this page

L.,rumena zingara 33 anni.

Maria, 33 anni, rumena zingara.

Sta scontando cinque anni e sei mesi.

Lavora con Made in Carcere da 1 anno ed è un fulmine nel confezionamento delle borse.

Il suo accessorio preferito è il Braccialetto.

 

“Ho quattro figli che abitano in Romania, da quando sono stata arrestata loro chiedono l’elemosina per potermi mantenere in carcere.

Lavorare in prigione non è facile. Un mese fa, finalmente, mi hanno accettata in sartoria e potrò mandare io dei soldi i miei bambini. Quando mi hanno detto che la mia domanda era stata accolta ho cominciato a tremare tutta, ho pensato che fosse successo un  miracolo.

Non sapevo cucire, non avevo alcuna esperienza e desideravo con tutto il cuore potere guadagnare qualcosa da mandare ai miei bambini e a mio marito che è handicappato. Il mio primo incarico è stato fare pulizia nel laboratorio. Poi, a poco a poco, ho imparato a tagliare, impacchettare e fare altre operazioni semplici. Adesso ogni giorno non vedo l’ora di andare a lavorare e imparare un po’ di più.

Per me si tratta di una opportunità straordinaria. E per quanto in prigione si soffra molto, questa è una gioia immensa.

Mi sto formando per un mestiere che mi servirà anche fuori di prigione e sto imparando a lavorare in gruppo, condividere responsabilità, rispettare scadenze.Tutte cose nuove per me.

In laboratorio non impariamo solo a cucire, sviluppiamo tante altre capacità. Per esempio ci confrontiamo per trovare delle soluzione ai piccoli problemi di produzione. E quando una di noi ha bisogno di un po’ di conforto, sappiamo trovare il modo di darlo.

È un’esperienza umana molto intensa che ci fa crescere insieme giorno per giorno. Personalmente, non so che cosa sarebbe successo se non avessi avuto questa possibilità.

All’inizio della mia reclusione piangevo sempre e avevo anche chiesto la terapia, poi ho capito che mi avrebbe distrutta e allora ho smesso. Il lavoro mi da una forza e un entusiasmo incredibile, sono molto cambiata e quando avrò scontato la mia pena vorrei continuare a lavorare con Luciana.”

 

Last modified on %AM, %29 %514 %2016 %11:%Lug

Copyright Made in carcere 2016.

Il nostro sito utilizza dei cookies

Continuando la navigazione, si accetta l'uso dei cookies che ci consente di fornire un servizio ottimale